Empressin®
Vasopressina soluzione iniettabile

Molti pazienti con COVID-19 ricoverati in Terapia Intensiva, soffrono di complicanze polmonari. Molti di questi pazienti hanno una sindrome da distress respiratorio acuta (ARDS) e ipertensione polmonare.

L’argipressina, come vasopressore, offre il vantaggio di non vasocostringere le arterie polmonari nei pazienti in shock settico.

 

3 Practical Tools for Your Daily Work in the ICU for Download:

 

Principio attivo: 
Argipressina

Classe chimica di appartenenza:
Vasopressina e analoghi

Indicazione:
Indicato per il trattamento dell’ipotensione refrattaria alle catecolamine conseguente a shock settico in pazienti di età superiore ai 18 anni. Un’ipotensione refrattaria alle catecolamine è presente quando la pressione arteriosa media non può essere stabilizzata ai valori ottimali nonostante un adeguato reintegro del volume e la somministrazione di catecolamine.

Confezione:
Ogni confezione contiene 10 fiale. Una fiala con 2 ml di concentrato per soluzione per infusione, contiene argipressina acetato corrispondente a 40 U.I. di argipressina (equivalente a 133 microgrammi). 1 ml di concentrato per soluzione per infusione contiene argipressina acetato corrispondente a 20 U.I. di argipressina (equivalente a 66,5 microgrammi).

I nomi dei marchi variano in base al paese: EMPRESSIN, EMBESIN, EMBESYN, EMPESIN, EMPRESSINE, Rever Pleg

 

Ulteriori informazioni in merito ad Empressin® e a come può aiutare il medico nella gestione dello shock settico.